Il primo incontro tra Elena e Roberto

Show man.

Roberto è l’uomo dalla battuta pronta. Riesce sempre a farti ridere in ogni occasione personalmente “da straniera” lo definirei un “triestino atipico”.

L’ho conosciuto nel bar dove lavoravo fino a poco tempo fa. Colazione dopo colazione abbiamo fatto amicizia. Roberto ama parlare è molto intelligente e si annoia facilmente. Gli serviva una persona a cui piacesse ascoltare.

Questa era sicuramente la sua esigenza da risolvere. Quando Elena ha deciso di partecipare al progetto ho pensato immediatamente che sarebbe stata la persona giusta per lui. Elena secondo me, è una di quelle donne che viene spesso giudicata troppo velocemente.

Come se ridere spesso, fosse stupido. Forse lo è per qualcuno, ma non di certo per me! Amo le persone che ridono. Perché ridono sempre, soprattutto quando le cose vanno male.

Dietro alla maschera della prima impressione si trova una donna intelligente, curiosa e soprattutto estremamente empatica. Ha un senso del umorismo sottile, insomma per farla breve: ti prende per il culo e neanche te ne accorgi! Sembra che ti stia assecondando, ma sotto c’è un sarcasmo per pochi, tagliente come la lama di un bisturi su un panetto di burro!

Avrebbe ridotto l’ego di Roberto da una palla da basket a una da ping pong, ovviamente in senso buono 🙂 Quanto riguarda l’esigenza di Elena era puramente fotografica.

Il padre le ha insegnato tutto quello che sa sulla fotografia dallo scatto alla camera oscura, ma avendo scattato sempre in analogico aveva bisogno che qualcuno l’aiutasse ad eseguire il passaggio al digitale.

Roberto invece non aveva mai tenuto in mano una macchina a pellicola. Ci siamo incontrati al Caffè Torinese. Ho scelto questo posto perchè in fondo Roberto è molto timido e per lui è un posto famigliare.

Si nasconde dietro alle parole, ma avevo notato più volte parlando del progetto, che lo innervosiva parecchio non sapere chi avrebbe incontrato. L’incontro questa volta è andato esattamente come mi aspettavo.

Ci siamo divertiti parecchio. Elena è rimasta sulle sue, ma si vedeva che era a suo agio. Roberto ha passato le 4 fasi critiche che lo rendono adorabile

  1. Parlo a raffica
  2. Dico cazzate per farle ridere
  3. Finalmente mi rilasso
  4. Smetto di parlare di me e inizio ad ascoltare.

Quindi chi abbiamo?

Elena è di Pordenone ed è qui per studiare.

Roberto è Triestino. Ottico, fotografo, amico dei musicisti e complottista di professione.

Si incontrano qui come perfetti sconosciuti!

By | 2018-10-29T09:58:46+00:00 ottobre 9th, 2017|Categories: Il primo incontro, Trieste reflex edition 2017|Tags: |0 Comments

About the Author:

Sono una progettista, connetto idee con soluzioni, immagini con servizi, fotografie con prodotti e sogni con obbiettivi!

Leave A Comment